Visit my new blog

Visita il nuovo blog di maestra Marina -Visit my new blog

NUOVE IDEE SU

Scolasticamente insieme
http://http://scolasticamenteinsieme.blogspot.it//

venerdì 31 ottobre 2008

Halloween is here! Ormai ci siamo.

OGGI A SCUOLA ABBIAMO FESTEGGIATO ultimando il lavoretto da portare a casa : per le ANIME.

Glitter Photos

POI ABBIAMO CANTATO LE CANZONI DI HALLOWEEN IN ITALIANO E IN INGLESE

A witch , a monster
a bat and a ghost...
Happy Halloween!

E ILLUSTRATO SIMBOLI DI HALLOWEEN .

AUGURIAMO A TUTTI UN FELICE FINE SETTIMANA DI OGNISSANTI!
Glitter Photos

giovedì 30 ottobre 2008

Trick or treat?

Glitter Photos

Glitter Photos

Glitter Photos

Glitter Photos

Happy Halloween from my pets and me! Marina

mercoledì 29 ottobre 2008

halloween masks

Il tempo stringe...
...non facciamoci cogliere di sorpresa.





Avete scelto il vostro costume? Potete descrivercelo?

What's your favourite mask?Tell us about it.

bye-bye

martedì 28 ottobre 2008

HAVE FUN ,PLAY HANGMAN !In attesa della grande notte...



La notte di Halloween s'avvicina e ...
quale modo migliore per ingannare l'attesa
se non giocare al caro vecchio gioco dell'impiccato?
E ALLORA DIVERTITEVI !
HAVE FUN ,PLAY HANGMAN !

lunedì 27 ottobre 2008

Halloween's surprise

Visit www.moblyng.com to make your own!


clicca per ascoltare anche la musica.

domenica 26 ottobre 2008

Countdown ...halloween is coming



ECCO UN' IMMAGINE APPENA RICEVUTA DA MAESTRA GLORIA,STUPENDA!


vai su commenti per descrivere le tue ...reazioni!
vedi anche gli altri post del mese in archivio




Che mondo meraviglioso!

Vivere a Tortoli' significa non dimenticare il mare!

L'ora si avvicina...Halloween is coming...




giovedì 23 ottobre 2008

25 Ottobre : Festa dei Nonni




La Banca del Tempo in collaborazione con il
Servizio Sociale del Comune di Tortoli', ha organizzato una giornata dedicata
ai Nonni e alle Nonne di Tortoli' per valorizzare il ruolo che svolgono all'interno
della famiglia e della società. La manifestazione che si terrà sabato 25 Ottobre 2008, a partire dalle ore 16,00
nell'Aula Magna dell'Istituto Tecnico Industriale, prevede

la recita delle poesie composte dai bambini e la rappresentazione

della commedia "No errias ch'es tottu beru" atto unico di Elvira Depau.

Certi ancora una volta della vostra cortese partecipazione,

porgiamo distinti saluti.








La nostra classe intende contribuire con questa semplice composizione
sperando sia a voi gradita.

(La Festa nazionale dei nonni ricade il 2 ottobre il giorno dei Santi Angeli Custodi.)



AI NONNI.
I NONNI PREPARANO
PRANZI SQUISITI
APPENA LI METTONO IN TAVOLA
LI ABBIAMO GIA’ FINITI !

VOI NONNI SIETE SEMPRE
GENTILI CON NOI,
MA CI FATE MANGIARE
COME BUOI!

A CASA VOSTRA
MI SENTO FELICE,
A CASA MIA
HO LA VOSTRA FOTO IN CORNICE.

VORREI FARE QUALCOSA
PER RINGRAZIARVI
E QUESTA POESIA E’
QUELLO CHE HO DA DARVI.

AUGURI NONNE E NONNI
DI TORTOLI',
MA ANCHE A QUELLI
LONTANI DA QUI.

(CLASSE TERZA DI ZINNIAS)

mercoledì 22 ottobre 2008

Alluvione in Sardegna










Alluvione a Cagliari
Un violento nubifragio si è abbattuto oggi su Cagliari e l'hinterland. La pioggia ha provocato delle alluvioni. Quattro le vittime. La zona più colpita è quella della cittadina di Capoterra a 15 chilometri dal capoluogo. L'acqua, che dal mare ha persino portato pesci in molte case allagate, ha invaso la zona di Rio San Girolamo e poi i villaggio residenziale di Frutti d'Oro e Poggio dei Pini. Secondo le prime stime i danni ammonterebbero a circa 15 milioni di euro.
fonte La Nuova Sardegna

Purtroppo dobbiamo scontrarci anche con eventi negativi e rimboccarci le maniche per offrire la nostra solidarietà a chi ne ha bisogno.

E uno strumento per i "grandi"

Chi preferisce leggere le notizie può invece consultare l'edicola ,
scegliere il quotidiano preferito e...rilassarsi.

Un regalo per i bimbi (e non )che...

...adorano Shrek ! Come me.

Sardegna digitale


A fine ottobre la Sardegna in digitale
Nel prossimo mese di ottobre in Sardegna si realizzerà la fase finale del processo di transizione alla tecnologia digitale iniziata lo scorso anno (a marzo nella parte meridionale dell’isola e a novembre nella restante parte della regione) con il passaggio al digitale di Rai Due, Retequattro e QOOB.

Questo passaggio parziale al digitale ha consentito di abituare gradualmente la popolazione alla nuova tecnologia e all’utilizzo del decoder, la cui penetrazione nell’isola ha raggiunto percentuali molto alte, superiori al 90%.

Sulla base di questi elementi ed in attuazione del decreto ministeriale del 10 settembre scorso, che ha disposto il calendario nazionale del passaggio al digitale, è stato confermato il periodo (15 ottobre - 31 ottobre) entro cui tutte le emittenti locali e nazionali operanti in Sardegna trasmetteranno esclusivamente in tecnica digitale.

Per lo switch off in Sardegna è stato previsto un periodo di 15 giorni per consentire alle emittenti di effettuare gli interventi tecnici necessari su tutti gli impianti, riducendo in tempi brevi eventuali disagi per i cittadini.

A tal fine la regione è stata suddivisa in 4 aree tecniche: 1. Ogliastra – Sarrabus; 2. Sardegna meridionale (Cagliaritano, Sulcis-Iglesiente e Medio Campidano), 3. Sardegna Centrale (Nuorese e Oristanese) e 4. Sardegna settentrionale (Sassarese e Gallura) nelle quali lo switch off durerà da un minimo di 2 ad un massimo di 5 giorni.

FONTE: Ministero dello Sviluppo Economico - Comunicazioni

martedì 21 ottobre 2008

Clara

Cara maestra Silva...





Cara maestra Silva, noi siamo dispiaciuti per il tuo trasferimento ,
ma vogliamo dirti che non ti dimenticheremo e ti pensiamo sempre!!!
Con affetto la classe terza di Zinnias


sabato 18 ottobre 2008

Halloween is coming...

Fervono i preparativi per la festa di Halloween!

Noi abbiamo decorato la nostra classe a tema, realizzando un pannello di decorazioni e tante lanterne ,costruite con il cartoncino , per addobbare le finestre...pregustando la paura del 31 ottobre ci siamo lasciati sfuggire qualche ...gridolino di terrore!
POI abbiamo realizzato un lavoretto con i dolcetti e le decorazioni.
Glitter Photos




I colori autunnali : foglie e frutti.




Negli ultimi giorni abbiamo raccolto tante foglie di diversi colori e forme e dei frutti di stagione, perciò abbiamo deciso di utilizzarli e di realizzare due cartelloni servendoci di questo materiale e di questi semplici strumenti.

Abbiamo realizzato un paesaggio curando prima lo sfondo ( il cielo, le montagne, le colline e il prato ) , poi il primo piano (un grosso albero , dei funghetti, dei fiori) e infine abbiamo aggiunto tanti particolari(fiorellini, un sentiero,una fascina di legna,i bordi del sentiero). Lo abbiamo intitolato "Colori autunnali".
Il risultato è stato davvero unico , non trovate?


Gustatevi anche i particolari...e provate anche voi a realizzare qualcosa usando materiali semplici. Buon lavoro!

create avatar




Con un campione dei tipi di foglie raccolte e con i relativi frutti , dopo aver ricercato notizie sugli alberi da cui provenivano,abbiamo composto il cartellone intitolato "Foglie e frutti".

mercoledì 15 ottobre 2008

Disegni da colorare









...ecco altri disegni da colorare,


BUON DIVERTIMENTO!




Dolci , teneri, amici






Carissimi bambini, genitori ,nonni e naviganti tutti,
sicuramente tanti fra voi conoscono la gioia della compagnia di
piccoli amici animali: sono sempre pronti a ricevere le nostre coccole ,
ma sicuramente sanno anche darci tanto calore al nostro rientro a casa!
Alcuni ritengono che richiedano troppo impegno e ci rinunciano,
noi non siamo tra quelli. Perciò ...godetevi queste foto:non sono splendidi?



Postate la descrizione del vostro pet!

sabato 11 ottobre 2008

mercoledì 8 ottobre 2008

Ricordate le tartarughe?

Carissimi bambini, ricordate le tartarughe?
Una di loro ci racconta la sua storia.

Colgo l'occasione per riproporvi un'iniziativa ,
già sperimentata con successo lo scorso anno:
perchè non scriviamo le nostre storie?
Aspetto le vostre creazioni.



Buona lettura e buon lavoro!
(Per inserire le vostre storie : andate su etichette,
cliccate su storie reali e fantastiche e poi su commenti.)

domenica 5 ottobre 2008

Focus on Halloween : history and simbols


HALLOWEEN:DISEGNI DA COLORARE








Clicca col tasto destro sull'immagine che più ti piace, seleziona salva immagine con nome,


la salverai così sul tuo computer (nella cartella immagini, sul desktop o su documenti a tua scelta) e da lì potrai stampare e colorare.



Buon divertimento!















HALLOWEEN :LA STORIA
Il nome ha origini cattoliche e richiama il I° novembre, giorno in cui vengono festeggiati tutti i Santi. La celebrazione di "Ognissanti" in inglese "All Saints' Day" era anche detto "All Hallows' Day" ;presso gli antichi,poichè iniziava sin dal tramonto del 31 ottobre ,assunse anche il nome di "All Hallows' Even", cioè vigilia di Ognissanti ,che successivamente venne contratto in "Halloween".
Sfatiamo anche l’etichetta di “festa americana”: la maggior parte delle persone ritiene infatti che sia tale,che si tratti di una festa Americana ,ma è una festa Europea, con importanti richiami a feste cattoliche... non lo sapevate vero?
Però la celebrazione di questa festa ha radici molto più lontane nel tempo ed estranee al Cattolicesimo, infatti gli antichi Celti, abitanti dell'Inghilterra, della Francia e dell'Irlanda, erano soliti festeggiare l'inizio del nuovo anno il I novembre, giorno che segnava la fine della stagione calda e l'inizio di quella fredda : la festa nasce così come un ringraziamento pagano per il raccolto effettuato e la notte tra il 31 ottobre e il I novembre era detta "Samhain".
Intorno a questa strana notte si sono diffuse antiche leggende e molte di queste riguardano la fertilità della terra, il regno delle tenebre e il suo Dio, Samhain appunto.
Per i Celti la ricorrenza assumeva una rilevanza particolare perchè, dopo il tempo impiegato interamente all'agricoltura, l'arrivo della stagione fredda cambiava radicalmente le loro abitudini e li costringeva a passare la maggior parte del tempo in casa; a questo si aggiunge inoltre la particolarità delle condizioni climatiche in quei luoghi, poichè il buio delle lunghe notti invernali e la forte presenza della nebbia scatenavano la fantasia di un popolo credulone che riteneva di vedere ombre e spiriti . Una leggenda narra che il crepuscolo del 31 ottobre era il momento in cui gli spiriti potevano vagare sulla terra e con il loro aiuto Samhain avrebbe potuto prendersi il Sole togliendo così agli uomini la principale fonte di vita, ma anche rapire i vivi.
Per impedire questo al dio delle tenebre,i contadini rendevano le loro case fredde e indesiderabili spegnendo tutti i focolari e si travestivano da mostri orrendi per non essere riconosciuti e far scappare di paura gli spiriti. Per impedire che entrassero nelle case lasciavano sulla soglia della porta tante vettovaglie che dovevano distrarre gli spiriti, i quali dopo aver mangiato si allontanavano per andare a divertirsi a fare scherzi da un’altra parte. In realtà spegnere il fuoco voleva indicare l’arrivo della stagione fredda e il riaccenderlo , la mattina seguente, usando la legna raccolta casa per casa dai bambini ,stava a significare l’inizio di un nuovo anno ,scandendo la ciclicità del tempo. Invero erano gli stessi uomini a travestirsi con pelli di animali che tornavano al villaggio illuminandosi il cammino con lanterne costituite da rape intagliate e riempite con delle braci.
I colori tipici di queste celebrazioni, utilizzati ancora oggi ad Halloween, erano l'arancio e il nero; l'arancio per ricordare la mietitura e la fine dell'estate, e il nero per simboleggiare l'arrivo della stagione delle tenebre.
Quando i Romani invasero la Gran Bretagna si trovarono a contatto con queste usanze , poichè anche loro nello stesso periodo onoravano la Dea dei frutti (Pomona), offrendole mele per garantirsi la fertilità della terra, i culti di Samhain e di Pomona a poco a poco si unificarono:rimasero le usanze delle offerte e di travestirsi .
La Chiesa Cattolica non gradiva questa festa e per questo nell'835 spostò la festa di Tutti i Santi dal 13 maggio al I novembre,nei secoli successivi aggiunse una nuova festa: il 2 novembre, Giorno dei Morti, in memoria delle anime dei defunti i loro cari si mascheravano da angeli e diavoli e accendevano un grande falò.
Nel Medio Evo la festa si arricchisce di nuovi simboli : fantasmi, streghe , scheletri, il gatto e il pipistrello ,qualsiasi cosa che venisse considerata cattiva come il diavolo.
La festa di Halloween venne portata negli USA intorno al 1840 dagli emigranti irlandesi che fuggivano dalla carestia di patate che aveva colpito la loro patria.
In America gli emigranti europei trovano un frutto più grosso che consente di diffondere più luce delle lanterne scavate nelle rape : la zucca.
A questo frutto si lega la famosa leggenda di Jack 0’lantern.
Narra la leggenda che un uomo di nome Jack, noto baro e malfattore, ingannò Satana sfidandolo nella notte di Ognissanti a scalare un albero sulla cui corteccia incise una croce intrappolandolo tra i rami. Jack fece un patto col diavolo: se non lo avesse più indotto in tentazione lo avrebbe fatto scendere dall'albero. Alla morte di Jack, continua la leggenda, gli venne impedito di entrare in paradiso a causa della cattiva condotta avuta in vita, ma gli venne negato l'ingresso anche all'inferno perché aveva ingannato il diavolo.Allora Satana gli porse un piccolo tizzone d'inferno per illuminare la via nella tremenda tenebra che lo attorniava. Per far durare più a lungo la fiamma Jack scavò un grosso cavolo rapa e ve la pose all'interno.Dolcetto o Scherzetto?
La tradizione di trick-or-treat pare non abbia origine dai Celti bensì da una pratica europea del nono secolo d.C. chiamata in inglese souling che in italiano si puo' tradurre con "elemosinare anima".Il 2 novembre, Ognissanti, i primi Cristiani vagavano di villaggio in villaggio elemosinando per un po' di "pane d'anima" dolce fatto di forma quadrata con l'uva passa. Più dolci ricevevano più preghiere promettevano per i parenti defunti dei donatori.A quell'epoca si credeva che i morti rimanessero nel limbo per un certo periodo dopo la morte e che le preghiere anche fatte da estranei potessero rendere più veloce il passaggio in paradiso.
Questa usanza è ben radicata in Sardegna:infatti il giorno dei defunti è noto come “sa die de’ is animasa”,non a caso i bambini vanno di casa in casa gridando “Anime!” ricevendo caramelle e dolcetti vari.
Tuttavia l'antico rito celtico non è mai scomparso, basti pensare al moderno Halloween, che è, attualmente, la festa più pagana che si possa immaginare.
Si sottolinea ancora una volta anche l’aspetto consumistico legato ormai a tutte le feste ,che dovrebbe essere ridimensionato e orientato a pratiche meno dispendiose, come i giochi e la lettura delle leggende legate alle varie celebrazioni.


HALLOWEEN: I SIMBOLI

I simboli di Halloween sono tutti macabri e tenebrosi e per lo più animali, poiché si pensava che gli spiriti malvagi si impossessassero di loro per tornare sulla terra.




LA ZUCCA

La lanterna a forma di zucca nasce in Irlanda (originariamente era un cavolo-rapa); usata per illuminare la strada .



IL PIPISTRELLO.
In molte culture il pipistrello è collegato alle streghe e alla morte per diversi motivi. Il primo era quello che portava a pensare che il pipistrello fosse malvagio poiché viveva nelle caverne e volava solo di notte; inoltre si dice fosse usato nelle pozioni di magia nera dalle streghe che evocavano il diavolo.


IL GUFO.
Vedere o sentire un gufo, per alcuni, è ancora fonte di paura o pensiero di malaugurio, proprio perché si pensa che sia la personificazione delle streghe che, trasformandosi in gufo, potevano vagare indisturbate. Associazione valida anche per l'antica Roma, ove il gufo veniva chiamato "STIX" (strega).



IL RAGNO.
La tradizione vuole che il ragno sia portatore di cattive vibrazioni, capace di fare del male anche stando solo vicino alle persone. Le streghe infatti non utilizzavano (al contrario di ciò che si dice) zampe di ragno per le loro pozioni.Nell'età moderna, invece, il ragno è considerato un portafortuna e un portatore di creatività.

IL GATTO NERO.
Il gatto, venerato e considerato sacro in Egitto, veniva associato al diavolo e, tutt'ora, un gatto nero che attraversa la strada è una delle superstizioni più conosciute e temute.Nel Medioevo i gatti, dotati di poteri psichici ed esoterici, venivano bruciati assieme alle streghe nei roghi.

FANTASMI , MUMMIE E SCHELETRI.



Sono la classica associazione per eccellenza, poiché rimando diretto alla morte e al ritorno sotto forma di spirito. Contrariamente a quanto si possa pensare, non sono però simbolo di morte, ma di nuova vita, poiché la morte in realtà non è una fine, ma un passaggio ad un altro stato, che ci conduce alla rinascita, in un ciclo perpetuo.





IL MANICO DI SCOPA.
Il manico di scopa è per eccellenza il mezzo di trasporto che le streghe usavano per volare. Veniva cosparso di un unguento a base di erbe velenose che permetteva al manico di scopa di prendere il volo. Anche ora una scopetta di paglia dietro la porta è simbolo magico, poiché spazza via tutto ciò che ci può essere di malvagio in casa.




MOSTRI
Derivanti dall’usanza dei travestimenti , sono oggi l’insegna del consumismo, infatti sono entrati a far parte dei simboli di Halloween anche i nuovi mostri creati dal cinema e dalla letteratura , come Frankstain,Dracula,ecc




HALLOWEEN:LE DECORAZIONI





Nei paesi anglosassoni si usa decorare case, scuole, strade per la celebrazione di questa festa


a cui partecipano grandi e piccini.


L'ambiente è reso , naturalmente il più macabro possibile con maschere e festoni da paura!


Non può mancare la classica lanterna di Jack , ma la fantasia suggerisce ogni volta allestimenti diversi: vedi foto sotto.


Da ricordare che per l'occasione vengono sfornati anche i dolcetti , da dare ai bambini che suoneranno ai campanelli la notte del 31st October all'insegna della celebre frase


"TRICK OR TREAT": altrimenti SI RISCHIA DI RIMANERE VITTIME degli scherzi!!!





sabato 4 ottobre 2008

Halloween time!


Conoscete la festa di Halloween?


CI STIAMO PREPARANDO...



...MA RICORDATE :
è TUTTO E SOLO UNO SCHERZO.